Il Pastore – Parte Decima – Rimorso

Perché soffrivo? Quando uscii da quella camera sporca e che odorava di sesso sentii dentro qualcosa rompersi e fare male. Non avevo mai provato una sensazione simile. Io l’avevo tradita. Eppure avevo già ingannato le ragazzine che mi passavo da adolescente, sarà capitato un milione di volte. Non ero certo uno che si sentiva male…

Al viandante

Calido, lubrico, vermiglio de libagione sanctissima y dulce sale, passio, empie labella sordide de sordida percolata. Mea semenza sanguigna alimenta d’ogne peccata. Ecco en fin su scrigno: ispida altura de femena y sancta Domina, signo, de sinus blanco como niebla toda tremor et imago perfecta. Cristos pesce infinito entro de su murmur y grito. Cagion…

Milo, il pastore della Valle dell’Isonzo

C’era una volta un pastore sloveno che discendeva le alture fino a travalicare il confine giù da basso, sconfinando in territorio straniero, dove il fiume Isonzo, chiamato Soča da quelli che venivano dalle sue terre, si adagiava azzurro e calmo nella valle che porta il suo nome. Milo, così era detto, era un pastore buono e…

Miriana Focosi

Ciao a tutte/i. Mi chiamo Miriana Focosi e sono una mamma, una moglie e una poetessa. Sono nata a Fiesole nel 1963 e vado fiera dei miei anni. Una vera Donna non deve sentirsi costretta a nascondere la propria età. Ho una figlia di quindici anni che si chiama Maria Giulia, alla quale mi dedico…

Namasté o n’ama sté?

Sine qua non a Sinisgalli bevo birra, faccio un rutto e caccio galli. Ho tanti calli. Giro giro tondo casca il mondo forse è sabato e come me è sbronzo. Machtpolitick, un’ideologia come tante Sombrero, cocktail e vedo Morgante. <> Cappuccino, materassino, imperi in declino viva viva lo spiedino mattutino! D’altronde yo soy Gonzi amerete…

Il Pastore – Parte Nona – Tradimento

Quando mi svegliai Lei non c’era già più. Faceva freddo e cominciava ad imbrunire. Le capre erano ritornate, infreddolite, nel loro rifugio vicino la stalla da sole aiutate da Ricky il cane pastore di Antoine. Ero ancora mezzo nudo, con i pantaloni abbassati sotto le ginocchia ed un senso di appagamento sessuale che non avevo…

Bullone e Quell’altro – Abbologna

Io e Bullone viviamo insieme a casa di Favetta, io e Bullone viviamo Abbologna. Lui è venuto qua perché gli piacevano i cappelli rosa con i ponpon bianchi e se se li metteva al paese diggiù, nella regione piccola che non mi ricordo il nome, se se li metteva giù, quelli delle strade che rubanospacciano…

Namasté o n’ama sté?

Torno e ritorno, sarò decisamente un tonno. Viviamo e non viviamo. E’ questa forse l’equivalenza di un “ti amo”? Sciocche membra sconvolte che anelano alla resurrezione miliardi di volte. Femore o scapola per cena? Opterò per una balena. Occhio per occhio e dente per dente. La legge del taglione o la lingua biforcuta del serpente?…