Bullone e Quell’altro – Abbologna

Io e Bullone viviamo insieme a casa di Favetta, io e Bullone viviamo Abbologna.

Lui è venuto qua perché gli piacevano i cappelli rosa con i ponpon bianchi e se se li metteva al paese diggiù, nella regione piccola che non mi ricordo il nome, se se li metteva giù, quelli delle strade che rubanospacciano lo picchiavano forte, tenevano anche i martelli le seghe e le pistole.

E allora Bullone dopo la prima volta che l’avevano picchiato, sputato con i pisolli nel cappello rosa e chiuso in un bidone della spazzatura non è più uscito di casa, poi gli è morto il gatto in casa e è venuto Abbologna.

Bullone si voleva mettere il cappellino rosa e si voleva drogare e gli hanno detto che doveva venire qua, Abbologna. Bullone ha detto che voleva picchiare gli sbirri alle manifestazioni, e gli hanno detto che essì, Abbologna, ci sono pure le scritte + SBIRRI MORTI sui muri. Bullone voleva prendere un tacchino in casa e fare la mucca in bocca a Kimono e gli hanno sempre detto che essì, là devi andare, e è venuto qua.

Io sono nato in un’altra regione piccola che non mi ricordo il nome, ma non è la stessa di Bullone, di questo sono sicuro, è la seconda di quelle che non ricordo il nome, poi le altre più o meno le so.

Voi siete mortali.

Però sono cresciuto qui, sto qua da quando avevo pochissimi anni, da quando ero come Lollo quando era piccolo, senza piume e nudo e non urlavo ancora. Però i miei genitori sono di giù e so pure il dialetto di giù, alla fine mi piace assai come parlano e parlo come giù che tanto qua parlano tutti come vogliono alla fine, essì, e pur’io parlo come voglio anche se parlo strano che a scuola l’italiano non mi piaceva, a scuola fumavo solo le canne nei cessi fatte con la carta della scatola delle scarpe e disegnavo i pisolli sui muri e poi scrivevo i nomi delle mie amiche sulle pallette e facevo che i nomi erano i peli.

Poi Bullone faceva venire gli amici diggiù qua Abbologna per farli drogare con noi e un suo amico si è drogato assai e ha fatto come Milù quando è morta che si muoveva il corpo da solo e non aveva più gli occhi, però lui non è morto, solo ospedale per una notte e succo di frutta.

Qua andiamo ai centri sociali e ai reiv che costa poco e ti puoi drogare senza sbirri che ti fanno mettere paura e te la prendi ammale e stai male e hai speso i soldi per stare male e ti portano pure in caserma e porcoggesùcristogesù. E allora vengo qua che balliamo e si ride bene, essì, e per forza.

Io e Bullone non facciamo niente per tutto il tempo, vediamo solo i film ignoranti e i documentari sugli animali stupidi e su Hitler, e ci droghiamo con la droga, è normale. Oppure andiamo a fare i giri in giro per rubare qualcosa per l’affitto e per la droga, il martedì facciamo la frittata e la domenica andiamo ai giardini, e bò. Per i soldi non ne abbiamo ma non ci servono, tanto non paghiamo mai e mica siamo stati noi. Se vengono quelli delle tasse abbiamo le mazze dure coi chiodi.

E questo è, e alla fine si sta bene e scrivo proprio di questo, che alla fine si sta bene. Ci sono quelli che dicono che prima Abbologna era meglio, ma se poi torni indietro nel tempo e chiedi a quelli di quando si stava meglio se si sta bene pure quelli dicono che si stava meglio prima, però se vai ancora prima, se torni più indietro e chiedi alla gente di ancora più indietro quelli ti dicono che stavano bene, mio nonno era così e aveva fatto la guerra e faceva i carboni e li vendeva e tagliava la legna nelle montagne. Si sporcava, puzzava, mangiava accapocchia, lavorava come un malato, faceva la guerra, uccideva la gente e diceva che stava bene, ma è normale, essì. Ecco perché io sto bene perché sono come lui, e dico che sto bene. Anche io faccio le stesse cose e mi drogo pure e non lavoro, e sto bene, pure Bullone è così, lui fa la mucca e sta bene.

Quindi basta, adesso vado in giro Abbologna che pure che piove ci sono i portici e si sta bene, e ciao.

– Ciao.

Michele Noccioli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...