Da Aggesù – Bullone e Quell’altro

hitler

Io e Bullone siamo morti. Io e Bullone siamo da Aggesù.

Kimono è da Gesù. Rallero non esiste. Lollo è lollo è lollo.

Il cane allegro è felice.

Siamo tutti da Aggesù, sempre sottocassa.

Gesù va nel cesso a farsi le botte di kecc’, perché fuori poi lo iniziano a chiamare tutti drogato e pure se scherzano che tanto si drogano tutti lui se la prende ammale. Gesù si prende gli acidi e l’emmeddì insieme: quando fa effetto il cartone tira l’emme che se la tira fa effetto subito.

Balla sempre con Hitler.

Hitler si inietta lo spidd e ha tutta la faccia consumata. Hitler non ha più i baffi, ha solo pezzi rossi di pelle rotta che cade in faccia. Pietro glielo aveva detto che rimaneva sotto con lo spidd e quello se lo faceva iniettare, perdeva la faccia e rideva. Non aveva neanche più i denti, rideva solo. Pure il corpo alla fine non esisteva. Hitler è solo un sorriso.

Hitler è Rallero. Gli ho provato a cacciare il pisollo per farglielo vedere e lui me lo ha preso a schiaffi, boh. E rideva.

Balliamo tutti sotto il sole, sempre sotto il sole, la madonna quando suda puzza e va a ballare apposta vicino ai negri per non sentirsi a disagio e sentirsi dippiù.

Gli apostoli di Cristo mettono la musica, Matteo fa le Dens-oll, Giuda Tekno e Giovanni Psaitranz. Pietro ha tutte le droghe.

Hitler e Gesù stanno sempre insieme come Noi.

hitler2

Hitler è Bullone e Gesù Quell’altro.

Quando si fanno troppo li cacciano da Aggesù.

Gesù e Hitler fuori da Aggesù.

Ma quando stanno troppo fatti sotto cassa e stanno presi bene iniziano a dire che sono la stessa persona.

Gesù dice che Hitler è stato il Messia come me, Montezuma e la Madonna.

Hitler dice che tutti e due sono morti in croce.

Hitler si spoglia e abbraccia Gesù.

Un abbraccio di anime.

Hitler è Gesù. Io sono Bullone. Bullone è Quell’altro.

Cane allegro va da Hitler e Gesù e li spara.

Kimono esplode. Crema.

Poi la crema cresce e diventa Milù, essì, Milù. Per forza sennò che…

che facevo affare la crema?

Kimono è esploso- crema – Milù.

Kimono è Milù.

Milù vuole il piccione.

Kimono è un gatto morto castrato, Milù è castrata in paradiso.

Il corpo di Milù si muove ancora, si muove sempre e lei ha sempre gli occhi bianchi… Milù mia bella spacchina profumata di nuovo, di nuovo il tuo sapore Milù, di nuovo tu.

Milù è la crema di Hitler e Gesù che erano diventati Kimono che esplodeva – Hitler e Gesù sono Kimono, Milù è crema di Kimono, la crema di Kimono è quella di Bullone, Milù è Bullone. Io sono Bullone.

Bullone.

Essì

siamo tutti, tutti con tutti, insieme, siamo tutti la stessa cosa, essì…. e la sigaretta?

hitler5




Michele Noccioli Quell’Altro

Annunci

Un pensiero su “Da Aggesù – Bullone e Quell’altro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...