Questa non è una pipa!

C’era una volta, in una ricca e fiorente città, un artigiano di nome Vanni. Questi, grazie al lavoro del padre, del nonno e del bisnonno prima di lui, si era ritrovato tra le mani un laboratorio famoso in tutto il regno per la creazione di pipe. Qui si potevano trovare pipe di tutte le fogge…

Capitolo II -Eterno ritorno

Marco Polo, vestito alla foggia dei funzionari imperiali, aveva le palpebre socchiuse e una incrinatura obliqua al posto della bocca alla cui estremità pendeva la canna scura e sottile d’una pipa d’oppio, quando sussurrò, o credette di sussurrare: “guarda la tua vecchia Pechino come è ridotta! non è rimasto che un cumulo di cenere rossa…

Scrivere

Scrivere/non scrivere, scrivere//non scrivere, scrivere/non scrivere, scrivere//non scrivere, scrivere//scrivere, non scrivere//scrivere, scrivo. non scrivo, scrivo, scrivere/non scrivere, scrivere/non scrivere/non scrivere/non scrivere//non scrivere//non///scrivere. Scriverà? scrivere/non scrivere, scrivere, scrivere, scriveranno, scrivere/non scrivere, scrivere e scrivere. Io sto scrivendo, non scriverà, scriverei,non scriverebbe, scriverebbe, se non scrivessi, che scriverei, che essi scrivano, che io scriverò, che tu hai…

Dentro/Fuori

La mia fica è sporca: sanguina, spurga, squama, sogna. Il suo odore richiama la putrescenza dei corpi. Il suo suono è l’eco marina della conchiglia.   La mia fica è sporca: sanguina, spurga, squama, sogna. Segna uno spazio preciso: dentro/fuori nel punto deciso da un Dio (l’entropia e la trama).   La mia fica è…

Trema

Deh, i baffi di Cristo! Grottesca peluria sul labbro. Come quella del tredicenne: acerba creatura – Basilisco. Eppure quanta grazia nella sua lingua setolosa! La clitoride trema. Miriana Focosi