Resurrezione

Ho disegnato su un foglio

il tuo corpo, il tuo viso:

capelli di stoppa, insanguinati

dallo sterpo reciso,

sangue rappreso, pesto,

negli occhi inciso

il travaglio rugginoso e composto

e sul collo il segno lasciato

dal nero capestro.

Oh mio Maestro,

sul tuo petto secco

la deformità delle piaghe,

la carne fatta brani e vagine

entro cui il nero morbo

brulica d’insetto,

le tue mani trafitte,

il tuo sesso inguardabile,

le ginocchia ferite,

i piedi bucati.

 

Accovacciata come una cagna

ho pisciato sul foglio

cancellando le tue ferite,

i segni crudeli dell’uomo,

l’oltraggio della morte.

Sono rimasti i lineamenti

del tuo volto sereno,

la carne pulita.

Dal ventre di una donna

rinasce nuova la vita.

 

Miriana Focosi

Fragment_of_a_Crucifixion1950oil_and_cotton_wool_on_canvasStedelijk_Van_Abbemuseum_Eindhoven

“Frammento di Crocifissione” di Francis Bacon

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...