Il tuo sangue, il tuo grido

Sembravi un quadro di Schiele fragile e acerba. Pure, ricoperta di fiele eri donna corrotta fino al midollo costruita da un io costruito. Il tuo pelo non già vello primigenio e intonso, ma lanuggine crespa, budello attorto alla mia carne. Fra le tue spire giacqui, ma non un’ispida poesia trassi dalla nostra perfezione, non un…

Bibbia oppio

Bambina, cara bambina, non prendere in mano la verga (bambolotto perfetto). Chi ti ha detto che è solo un giocattolo rotto? Prendila in bocca, invece, bambina, non morde, tranquilla, tu tocca, toccala ancora, leccala, stilla, lacrima, figlia, stempera in un bacio la voglia. Adagio finiranno le stelle e dormiranno per sempre nei tuoi sogni stanchi…